ANACLI ad Agriumbria 2022: successi e novità

La 53^ edizione di Agriumbria è volta al termine e per ANACLI è stata ancora una volta un successo all’insegna dei giovani e delle visite istituzionali, dell’importante partecipazione degli allevatori e di nuovi accordi presi. Grandi risultati per gli eventi firmati ANACLI: la “Mostra Nazionale del Libro Genealogico delle razze Charolaise e Limousine Italiane” e la “Gara di valutazione Morfologica della razza Limousine Italiana” riservata agli studenti degli Istituti Agrari.

Le classifiche finali della “Mostra Nazionale del Libro Genealogico delle razze Charolaise e Limousine Italiane”.

I Campioni Assoluti 2022:

  • La Campionessa Assoluta razza Limousine, giudicata da Olivier Lasternas è RAVEN dell’Az. Agricola Zaccaroni Nicola, di Palazzuolo sul Senio (FI).
  • La Campionessa Assoluta razza Charolaise è MAIRA di Eredi di Lauteri Antonio S.S. di Fiumicino (RM), giudicata da Jean Philippe Paroton.

I Campioni e Campionesse Junior e Senior 2022 di razza Limousine:

  • Il Campione JUNIOR è RUBACUORI dell’Az. Agricola Fresi Salvatore, di Monteleone Rocca Doria (SS);
  • La Campionessa JUNIOR è RAVEN dell’Az. Agricola Zaccaroni Nicola, di Palazzuolo sul Senio (FI);
  • Il Campione SENIOR è OURSON dell’Az. Agricola Petralia Francesco, di Enna (EN);
  • La Campionessa SENIOR è PRIMULA dell’Az. Agricola Spadaro Silvana, di Modica (RG).

I Campioni e Campionesse Junior e Senior 2022 di razza Charolaise:

  • Il Campione JUNIOR è ROMOLO dell’Az. Agricola Tumino Giorgio di Ragusa (RG);
  • Il Campione SENIOR è PICKY di Eredi di Lauteri Antonio S.S. di Fiumicino (RM);
  • La Campionessa JUNIOR è SERAFINA di Eredi di Lauteri Antonio S.S. di Fiumicino (RM);
  • La Campionessa SENIOR è MAIRA di Eredi di Lauteri Antonio S.S. di Fiumicino (RM).

Il “Premio Famiglia” (riservato ai soggetti che hanno portato almeno 5 figli in gara) per la razza Charolaise è stato assegnato al toro IL EST BO presentato da Eredi di Lauteri Antonio S.S. di Fiumicino (RM), mentre per la razza Limousine il premio è stato vinto dall’Az. Agricola Marchi di Marchi Cosetta & Bernardoni Roberto di Scarperia (FI) con il toro ICONE.

 

Il podio per il “Premio Allevamento” riservato alla razza Limousine ha visto la vittoria: al primo posto dall’Az. Agricola Zaccaroni Nicola di Palazzuolo sul Senio (FI), al secondo posto si è posizionata l’Az. Agricola Pasqualetti L. e Leonardi F. di Tessennano (VT), al terzo posto due aziende a parimerito, l’Az. Agricola Fresi Salvatore di Monteleone Rocca Doria (SS) e l’Az. Agricola Marchi di Marchi Cosetta & Bernardoni Roberto di Scarperia (FI).

Il “Premio Allevamento” riservato alla razza Charolaise è stato assegnato alle seguenti aziende: il primo posto a Eredi di Lauteri Antonio S.S. di Fiumicino (RM), il secondo posto La Quercia S.S di GF Chiarini di Tuscania (VT) insieme alla Soc. Agr. Prato Grande S.S. di Montalto di Castro (VT) ed il terzo posto all’Az. Agr. Tumino Giorgio di Ragusa.

La 9° Mostra Nazionale del Libro Genealogico della razza Charolaise Italiana e la 17° Mostra Nazionale del Libro Genealogico della razza Limousine Italiana, sono state presentate dallo straordinario regista e speaker Nico Belloni.

In merito alla “Giornata didattica” riservata agli studenti degli Istituti Agrari, nella “Gara di valutazione Morfologica della razza Limousine”, gli studenti hanno valutato i soggetti di razza Limousine provenienti anche dalla Regione Lazio. I primi classificati sono stati gli studenti dell’Istituto Tecnico Agrario Fratelli Agosti di Bagnoregio (VT) del Lazio: Enrico Storti, Gabriele Fanelli e Roberto Marianeschi. Il coordinamento della gara è stato affidato al giudice di ANACLI Sandro Multineddu. Questa vittoria laziale rappresenta un valore aggiunto al progetto “Promozione e valorizzazione dell’allevamento delle razze bovine Charolaise e Limousine Italiane del Lazio” di ANACLI e dell’Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio (ARSIAL).

La grande novità di questa Agriumbria è il protocollo d’intesa firmato tra l’Associazione Nazionale degli Allevatori delle razze bovine Charolaise e Limousine Italiane (ANACLI) e UMBRIAFIERE SPA, il Centro Fieristico Regionale. Questo protocollo sancisce l’impegno di entrambi le parti a valorizzare le proprie capacità ed esperienze per la conoscenza del sistema allevatoriale ed informazione su produzione delle carni. Inoltre, costituisce Agriumbria come il “Polo delle Carni italiane”.

Le istituzioni in visita ad ANACLI

Diversi sono state le figure politiche che hanno fatto visita ad ANACLI a testimoniare l’attenzione della politica verso il settore agricolo e zootecnico, ed hanno ascoltato dalla voce degli allevatori e dei tecnici sui principali problemi che riguardano la zootecnia nazionale e locale, soprattutto i bovini da carne, in relazione anche al rilancio ed alla tutela delle razze pregiate italiane e delle loro produzioni. Parliamo del Senatore Francesco Battistoni, Sottosegretario di Stato per le politiche agricole alimentari e forestali, l’Onorevole Filippo Gallinella, Presidente della Commissione Agricoltura della Camera e l’Onorevole Valerio Novelli, Presidente della VIII Commissione Regionale “Agricoltura e Ambiente” che per due giorni ha dimostrato la vicinanza della Regione Lazio al mondo allevatoriale della Limousine e della Charolaise.

Un’altra iniziativa di ANACLI è stata l’organizzazione della “Cena dell’allevatore” che ha visto la partecipazione di numerosi allevatori, ma anche dell’Onorevole Filippo Gallinella e del Presidente della Commissione Regionale “Agricoltura e Ambiente” del Lazio Valerio Novelli.

Il commento del Presidente ANACLI Malko Gallone: Noi di ANACLI siamo orgogliosi di aver presentato anche in questa edizione di Agriumbria, nonostante il difficile periodo storico che stiamo vivendo, i magnifici esemplari di razza Limousine e Charolaise che rappresentano l’eccellenza del lavoro quotidiano svolto dai nostri allevatori. Sono altrettanto orgoglioso della vicinanza che la politica ci ha manifestato in questi tre giorni di manifestazione, una vicinanza che ci inorgoglisce e ci fa ben sperare per il futuro delle nostre due razze e per la zootecnia in generale”.

Anche il Direttore ANACLI Stefano Saleppichi ha dichiarato: “Abbiamo affrontato un periodo difficile in questi due anni di pandemia, che ci ha impedito di essere presenti qui ad Agriumbria, ma quest’anno siamo tornati più forti di prima e lo hanno dimostrato i numeri da record ed il grande riscontro da parte dei nostri allevatori. Nel 2023 saremo ancora qui con la nostra Mostra Nazionale, ma anche nei prossimi anni grazie all’accordo preso con Umbriafiere. Inoltre, ringraziamo i nostri allevatori provenienti da tutt’Italia perché il loro impegno verso questa Mostra dura, non solo nello spazio della fiera, ma inizia mesi prima con la preparazione degli animali da gara”.

 

Condividi