Prodotti agricoli della Moldova: il Consiglio adotta misure temporanee di liberalizzazione degli scambi

Il Consiglio ha adottato oggi un regolamento che liberalizza temporaneamente gli scambi dei sette prodotti agricoli della Moldova non ancora pienamente liberalizzati: pomodori, aglio, uva da tavola, mele, ciliegie, prugne e succo d’uva. Ciò significa che la Moldova può almeno raddoppiare le sue esportazioni di tali prodotti, per un periodo di un anno, verso l’Unione europea senza oneri tariffari.

Non possiamo trascurare l’impatto della guerra di aggressione russa contro l’Ucraina sulla Moldova. Con l’abolizione dei dazi sui restanti prodotti agricoli non ancora completamente liberalizzati, la Moldova può ora esportare almeno il doppio di questi prodotti nell’UE senza dazi. Con queste misure eccezionali, l’UE approfondisce le sue relazioni commerciali con la Moldova e dimostra il suo sostegno alla stabilizzazione dell’economia del paese.

La guerra di aggressione russa non provocata e ingiustificata nei confronti dell’Ucraina ha avuto un impatto devastante sull’Ucraina, come pure sulla Repubblica di Moldova. Ciò ha influito negativamente sulla capacità della Moldova di commerciare con il resto del mondo, dal momento che le sue esportazioni dipendono fortemente dalle infrastrutture ucraine e al paese è ormai ampiamente precluso l’accesso ai suoi mercati in Ucraina, Russia e Bielorussia.

Quando entrerà in vigore, la decisione odierna si applicherà per un periodo di un anno a sette prodotti agricoli provenienti dalla Moldova che attualmente sono ancora soggetti a contingenti tariffari al momento dell’ingresso nell’UE. Le misure temporanee di liberalizzazione degli scambi reindirizzeranno tali esportazioni verso l’UE.

La decisione odierna è subordinata al rispetto dei principi di cui all’articolo 2 dell’accordo che istituisce la zona di libero scambio globale e approfondita (DCFTA), che ha liberalizzato quasi tutti gli scambi con la Moldova, ad eccezione dei sette prodotti agricoli oggetto del regolamento.

Il 9 giugno 2022 la Commissione ha presentato la sua proposta di regolamento relativo a misure temporanee di liberalizzazione degli scambi che integrano le concessioni commerciali applicabili ai prodotti della Moldova a norma dell’accordo di associazione tra l’Unione europea e la Comunità europea dell’energia atomica e i loro Stati membri, da una parte, e la Repubblica di Moldova, dall’altra.

Il 29 giugno il Consiglio ha inviato una lettera al Parlamento europeo segnalando il suo accordo con il regolamento, che è stato poi votato dalla plenaria del PE il 5 luglio 2022.

Ora che il regolamento è stato adottato sia dal Parlamento europeo che dal Consiglio, sarà firmato e pubblicato nella Gazzetta ufficiale e il giorno successivo entrerà in vigore.

Condividi