Mercato UE dei suini

In febbraio i prezzi dei suini sui principali mercati europei hanno fatto un deciso balzo verso l’alto, portandosi su livelli decisamente maggiori, anche rispetto allo stesso periodo del 2022 e toccando, in alcuni casi, i valori massimi delle rispettive serie storiche. Il prezzo medio mensile dei suini tedeschi è salito a 2,210 euro/kg, in aumento del +10,5% rispetto al mese precedente e del +77,9% nei confronti dello scorso anno. Tale dato rappresenta il più alto della serie storica a disposizione (gennaio 2002).

 In aumento anche il prezzo dei suini sul mercato francese, che si ferma a 2,132 euro/kg toccando, anche in questo caso, il valore più elevato di sempre (gennaio 2002). Le variazioni sono state del +11,2% rispetto a gennaio e del +68,4% nei confronti dello scorso anno.

Torna a crescere, anche se in maniera più contenuta rispetto agli altri mercati (+0,4%) anche il prezzo dei suini sul mercato danese, fissato a 1,555 euro/kg a peso morto. Resta positiva la variazione tendenziale, pari al +44,6%.

Un aumento dei prezzi, rispetto a gennaio, si è verificato anche sul mercato polacco (+8,0%), dove la quotazione me- dia mensile è stata pari a 2,167 euro/kg a peso morto. Tale dato risulta maggiore del +80,6% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Per quanto riguarda i mercati che quotano a peso vivo, la Spagna ha fatto registrare un andamento al rialzo (+8,4% su base congiunturale), raggiungendo un valore di 1,820 euro/kg a peso vivo (dato più alto da gennaio 2002). Positiva la variazione tendenziale (+63,8%).

In ripresa anche il mercato olandese (+15,9%), che tocca il dato più alto da gennaio 2002, con un valore a peso vivo di 1,675 euro/kg. Anche in questo caso la variazione tendenziale è stata positiva e pari al +81,6%.

In rialzo anche il prezzo dei suini in Belgio, che rimane il mercato con il prezzo più basso tra quelli che quotano a peso vivo, con un valore di 1,590 euro/kg (+14,4% la variazione congiunturale e dato più alto da marzo 2002). Positiva la variazione tendenziale pari al +100,6%.

Anche nell’ultimo mese, il prezzo medio mensile italiano resta più elevato di quello dei paesi europei considerati.

Condividi