Mercato nazionale dei suini

Crefis  fa spere che in agosto i prezzi dei suini da macello sono ulteriormente cresciuti rispetto al mese precedente, ritoccando così i valori record fatti segnare il mese scorso. Crescono anche le quotazioni delle scrofe da macello, mentre sono rimasti stabili i prezzi degli animali da allevamento.

Il prezzo medio mensile dei suini da macello destinati al circuito tutelato è stato pari a 1,937 euro/kg per gli animali di peso 160-176 kg, con un incremento del +6,0% rispetto al mese precedente; per quelli di peso 144-152 kg e 152-160 kg le quotazioni sono state pari rispettivamente a 1,847 euro/kg ed a 1,877 eu- ro/kg, valori in crescita rispettivamente del +6,3% e +6,2%. Positive le variazioni tendenziali, con valori attorno al +15%.

Nell’ultimo mese un incremento è stato osservato anche per i prezzi dei suini da macello destinati al circuito non tutelato, con il dato medio mensile degli ani- mali di peso 160-176 kg pari a 1,811 euro/kg (+6,0% su base mensile), mentre per quelli di peso 90-115 kg il valore è stato di 1,661 euro/kg (+6,6%). Anche in questo caso, le variazioni tendenziali sono rimaste positive per tutte le tipologie di peso considerate, con valori superiori al +14%.

Da segnalare che nella seconda setti- mana del mese le quotazioni sono state definite come range di prezzo.

Per quanto riguarda i suini da allevamento, invece, il prezzo medio mensile di luglio degli animali di 7 kg è stato con- fermato pari a 52,700 euro/capo, così come non si sono registrate variazioni congiunturali per le quotazioni degli ani- mali di 30 e 40 kg ancora scambiati rispettivamente a 3,155 euro/kg e 2,708 euro/kg. Le variazioni tendenziali sono risultate positive per tutte e tre le tipologie di peso: +28,6% per gli animali di 7 kg, +14,6% per i 30 kg e +19,0% per i 40 kg.

Nella terza settimana del mese i prezzi della CUN sono stati definiti dal Comitato dei Garanti.

 In agosto la quotazione delle scrofe da macello è ulteriormente cresciuta facendo registrare una variazione del +3,0% rispetto al mese precedente e raggiungendo un valore di 0,661 euro/kg (dato più alto da marzo 2020). Rispetto allo scorso anno l’attuale valore è risultato, inoltre, del 16,6% più elevato.

Diverse tensioni hanno caratterizzato le riunioni della Commissione Unica Nazionale Scrofe da macello; infatti, nella prima settimana i prezzi non sono stati formulati per mancanza di accordo tra le parti, mentre nella successiva le quotazioni sono state definite come range di prezzo. Nella terza settimana la Commissione non si è riunita, causa festività estive, mentre in quella successiva i prezzi sono stati fissati dal Comitato dei Garanti, per assenza dei Commissari di parte venditrice.  

Condividi