Il mais prende fiato ma resta rialzista

 

Il Mais ancora resta sugli scudi. Il future sul granoturco (corn) quotato al Chicago Board of Trade è di recente salito fino 555,60 centesimi di dollaro per bushel, un livello che non viniva toccato dalla metà del 2013.

Dal punto di vista operativo, in ottica di breve-medio termine, il quadro resta rialzista. E dopo una eventuale prossima fase laterale laterale di consolidamento di breve periodo, i corsi potrebbero allungare ulteriormente il passo.

In quest’ottica i prossimi obiettivi del mais sono individuabili in area 570 centesimi di dollaro per bushel e in seguito sulla soglia tecnica e psicologica posta a quota 600. Stop loss da posizionare a quota 520, dove transita al momento la media mobile a 21 sedute.

 

Condividi