Fresco Senso: 10 anni d’innovazione e investimenti

Un fatturato superiore ai 230 milioni di euro (2018), in crescita del 10% sull’ anno precedente, 135 soci agricoltori con 3.200 ettari di superfici coltivate, 220 dipendenti e 2.500 clienti nei canali della grande distribuzione organizzata, della ristorazione e del retail tradizionale. Questi i numeri di Fresco Senso, brand del Gruppo Agribolognadedicato alla frutta “pronta da mangiare”: la filiera che gestisce tutte le fasi di produzione, lavorazione e distribuzione di ortofrutta fresca.

Fiore all’occhiello del Gruppo sin dalla suaapertura, nel 2009, l’impianto Fresco Senso festeggia dieci anni di attività.

A un anno dall’inaugurazione dello stabilimento rinnovato (aperto nel 2009, ampliato nel 2018 con un investimento di 3 milioni di euro), Fresco Senso ha costantemente sviluppato la capacità produttiva dello stabilimento di San Pietro in Casale (BO), fino ad attestarsi come primo in Italia per capacità produttiva (40.000 q di prodotto finito/anno) con una potenzialità di 80/100.000 vaschette/giorno, per un totale di circa 6.000.000 vaschette/anno. Realizzato su una superficie di 4.000 mq, dotata delle più avanzate tecnologie, che consentono l’intero ciclo di lavorazione, a partire da sanificazione, sbucciatura e taglio-cubettatura della materia prima. Per arrivare al confezionamento con controllo manuale e alla consegna, gestita da CONOR, società del Gruppo, attiva con 21 piattaforme in Italia, presso i maggiori centri della distribuzione moderna e della ristorazione. I più attenti e innovativi processi di lavorazione, uniti ai rigidi controlli organolettici, garantiscono un prodotto sicuro, già tagliato e pronto al consumo.Lo stabilimento è completamente coibentato, per garantire la temperatura (da 0 ai +6 gradi) e preservare la shelf lifee la qualità del prodotto fresco. La capacità produttiva è ai vertici a livello nazionale, e vede gli obiettivi per il 2019 di 30.000 kg di prodotto/giorno e 40.000 quintali di prodotto/anno.

 “Tutta l’impiantistica di Fresco Senso è interamente ideata e realizzata su misura e in stretta collaborazione con i migliori operatori del settore a livello nazionale. Siamo poi particolarmente orgogliosi degli operatori specializzati, dedicati al controllo e al confezionamento manuali. – commenta Gianfranco Fornari, direttore operativo del Consorzio Agribologna – Quella iniziata dieci anni fa con il nostro stabilimento è una storia Made in Italy d’eccellenza a 360°, che vede sempre nuovi e più alti obiettivi, sia nelle quantità prodotte, sia in R&D per nuovi processi, prodotti, packaging e tecnologie ambientali”.

Con lo scopo di rendersi sempre più sostenibili il reparto R&D di Fresco Senso, sta ricercando intensamente da più di un anno una soluzione alternativa alla plastica vergine, utilizzata nelle confezioni della frutta di IV gamma, A partire da giugno, in attesa che la ricerca identifichi un materiale idoneo a contenere la frutta  lavata, tagliata, pronta al consumo,Fresco Senso utilizza confezioni realizzate con una percentuale di packaging riciclato pari al 20-30%.