Parte quota holding BF rilevata dall’ad Vecchioni e dalla famiglia Antolini

Federico Vecchioni, Amministratore Delegato di BF Spa, gruppo agroindustriale quotato alla Borsa di Milano, holding di controllo di Bonifiche Ferraresi, ha rilevato le quote possedute nella società da Carlo De Benedetti acquisendo il 5,13% delle azioni possedute da Per Spa. L’operazione, che ha un controvalore di circa 24 milioni di euro, è stata condotta in parte direttamente da Federico Vecchioni e dalla famiglia Antolini e in parte tramite Arum s.r.l, veicolo che vede come azionista gli stessi Federico Vecchioni e la famiglia Antolini, entrambi soci direttamente ed indirettamente di BF Spa.
Contestualmente Per Spa ha anche ceduto un’ulteriore quota del capitale sociale di BF Spa, pari al 1,03%, al fondo JCI Capital Limited.
“Voglio personalmente ringraziare l’Ing. Carlo De Benedetti per il lavoro fatto insieme in questi anni e per il sostegno che fin dall’inizio ha voluto attribuire a me personalmente e al progetto BF Spa in un clima di stima e cordialità nei rapporti che resta immutato”, ha dichiarato Federico Vecchioni. “La mia iniziativa – prosegue Vecchioni –  nasce dall’assoluta convinzione del valore industriale che il progetto BF Spa esprime e potrà esprimere tenuto conto delle scelte strategiche che il gruppo ha intrapreso. Il contesto di mercato in cui oggi il gruppo si posiziona attribuisce solidità e certezza nei risultati per chi come noi crede nella filiera agroindustriale italiana e nella capacità di generare valore dal binomio vincente innovazione e tradizione. È dunque mia intenzione procedere alla completa acquisizione diretta o indiretta del restante 3,29% della quota di Per Spa nei prossimi mesi”.

Il gruppo BF Spa vede tra i suoi azionisti investitori istituzionali, come il gruppo Cdp e la Fondazione Cariplo, istituti di credito ed imprenditori privati, tra cui Cremonini con Inalca, Gruppo Gavio, Dompè, Ocrim e vari altri. La società è attiva, attraverso le sue controllate, in tutti i comparti della filiera agroindustriale italiana: dalla selezione, lavorazione e commercializzazione delle sementi (attraverso S.I.S. Società Italiana Sementi S.p.A.), alla proprietà dei terreni dai quali si ricavano prodotti agricoli 100% Made in Italy (attraverso Bonifiche Ferraresi, la più grande azienda agricola italiana per Superficie Agricola Utilizzata), alla loro trasformazione e commercializzazione attraverso un proprio marchio di distribuzione (Le Stagioni d’Italia) oppure in partnership con le più importanti catene della GDO. La società è anche presente nel mercato dei servizi a favore degli operatori agricoli (attraverso IBF Servizi S.p.A. in partnership con Ismea, ente finanziario del Mipaaft).