Antonio Carraro Spa presenterà ad Eima 20/21 I suoi  Modelli Top

TIGRE 3800 SUPERCOMPATTO TOP
Il concept di questo modello deriva dall’evoluzione del modello Tigre 3200 (da anni ai vertici delle classifiche sulle immatricolazioni nel segmento degli isodiametrici), arricchito di soluzioni tecniche che aumentano lo standard professionale di un mezzo supercompatto destinato ai lavori di routine in piccoli poderi agricoli, ma anche in parchi o giardini, nelle serre o per manutenzioni.
Il nuovo Tigre 3800 è un mezzo tuttofare progettato per svolgere una miriade di attività nella gestione di piccoli appezzamenti agricoli, orti, serre, parchi e giardini. Monta un motore di 26 hp Yanmar a 3 cilindri raffreddato ad acqua che rispetta l’ultima direttiva sulle emissioni, Stage V. Un motore “strutturato” caratterizzato da una coppia generosa e brillante, determinata da un incremento della cilindrata che lo rende energico e prestante anche ai bassi regimi di giri. Nonostante la compattezza, offre un posto di guida spazioso e confortevole, grazie ad un’ampia piattaforma di guida priva di leve sul tunnel centrale, caratteristica unica in questo segmento di macchine.

NUOVA SERIE TORA

La Serie TORA è nata al fine di concepire una gamma di trattori di media potenza professionali, caratterizzata da un upgrade idraulico, meccanico e di comfort di guida. La convinzione è che per tutti i lavori agricoli è importante considerare il consumo di carburante e le spese di gestione, utilizzando sempre il trattore con la potenza proporzionale al lavoro da svolgere, nel segno della massima efficienza con il minimo spreco di energia e tempo-lavoro.
La nuova generazione TORA di trattori di media potenza (52/66 hp) con motore in Stage V si compone di modelli multifunzionali, abbinabili ad attrezzature complesse (come macchine inter-ceppi, cimatrici ed attrezzature idrauliche per i vigneti) grazie all’incremento delle portate idrauliche con flussi continui regolabili, in modo da ottenere il massimo controllo nella gestione delle attrezzature stesse. I sei modelli della Serie offrono configurazioni diverse: telaio ACTIOTM sterzante o articolato; guida reversibile o monodirezionale; impianto idraulico load sensing dotato fino a 5 distributori a doppio effetto; joystick e sollevatore anteriore, quale dispositivo ausiliario con braccia regolabili e agganci rapidi.
L’accesso a bordo agile (senza leve sul tunnel centrale) è collocato sulla piattaforma di guida sospesa su silent-block, che limita le vibrazioni e isola l’operatore dalla trasmissione sottostante. Il cluster è dotato di un display a colori dove sono visualizzati tutti i dati. La cabina Redcab (opt.) a 4 montanti, insonorizzata e dotata di aria condizionata, offre una visibilità a 360°. I fari di lavoro a led garantiscono un’illuminazione ottimale sulle attrezzature e sullo spazio attorno al trattore. E’ molto compatta, ma confortevole all’interno. Presenta un profilo filante e una forma conica, caratteristiche funzionali al disimpegno del trattore tra i filari stretti, anche in pendenza laterale.

SERIE INFINITY
IL FUTURO DELL’AGRICOLTURA: INVESTIRE PER CRESCERE

Recenti studi dimostrano che l’investimento in agricoltura rappresenta l’unico vero driver per la crescita e lo sviluppo delle imprese agricole, aumentando la produttività e la qualità dei prodotti, sotto l’egida della sostenibilità. Le tecniche più innovative dell’agricoltura di precisone e l’agricoltura 4.0 necessitano delrinnovo del parco macchine con trattori e attrezzature all’altezza delle sfide future. I trattori di ultima generazione non solo riducono gli impatti negativi sull’ambiente, grazie ai nuovi motori in Stage V che limitano drasticamente le emissioni di CO2, ma contribuiscono al risparmio di carburante. Inoltre l’agricoltura di precisione, soprattutto se biologica, determina un minore consumo di fitosanitari e di risorse idriche.

La Serie Infinity rappresenta la risposta Antonio Carraro alle esigenze dell’agricoltura del futuro.
Una gamma di trattori super-professionali reversibili, dotati di una particolare trasmissione idrostatica. La Serie è declinata in 3 versioni, tutte cabinabili, dotate di grande comfort operativo e una compattezza di design unica nel suo genere, utile nelle coltivazioni a filari stretti o dove siano necessari minimi ingombri. Tutti i modelli sono dotati dello stesso motore Kohler di 75hp a 4 cilindri turbo: TR, a telaio sterzante, SR, a telaio articolato e TTR, a telaio sterzante “largo” e baricentro basso, destinato alle coltivazioni in pendenza. La trasmissione Infinity, comun denominatore della gamma, consente di lavorare nei due fronti di marcia con le stesse velocità (ognuna dotata di 3 gamme idrauliche) da 0-15 e da 0-40 km/h, inseribili manualmente o in modalità di cambio automatico, senza perdita di trazione. ll pedale di avanzamento assiste la frenata anche in pendenza, arrestando il mezzo al suo rilascio, anche senza l’uso dei freni. Le funzioni Cruise Control (o Tempomat), Limit RPM, Intellifix, Drive Mode, Fast Revers, e la sospensione Uniflex, permettono all’operatore di trovare sempre il giusto settaggio in base al tipo di lavorazione. Con i modelli Infinity la frizione la si usa solo per la messa in moto e funge da sicurezza nel caso si voglia arrestare immediatamente il mezzo. L’inversore al volante elettroidraulico è straordinariamente pratico per manovre avanti / indietro, anche a ripetizione, senza l’utilizzo della frizione. I freni sono praticamente inutilizzati perché il pedale dell’acceleratore, oltre a controllare l’avanzamento, permette di gestire la decelerazione fino all’arresto del trattore: con il solo pedale dell’acceleratore, si governa tutta la trasmissione.

R, LA SERIE “RIVOLUZIONARIA”

Ad Eima 20/21 sarà esposta anche la ammiraglia “R” al gran completo. Con le ultime versioni, salgono a sette i modelli totali, tutti a sigla 10900 (TRX, TRG, TGF, TTR, SRX, Mach 4 e Mach 2), ognuno contraddistinto da una configurazione diversa: sterzante, a baricentro basso, a carreggiata larga, oppure articolato, fino ai cingolati in gomma. Tutti i modelli sono dotati di guida reversibile su torretta girevole RGSTM ad esclusione del TGF, unico monodirezionale.
Il motore dei modelli “R” è il Kubota 4 cilindri a iniezione elettronica, Common Rail, da 98 hp. La tecnologia CANbus mette istantaneamente in dialogo le varie unità di controllo (centraline) con un uso limitatissimo di connessioni, per offrire all’operatore la praticità di utilizzare la gestione elettronica del motore, con tutti i comandi utili situati sul cruscotto (comprese le memorie di lavoro e le curve di accelerazione). Grazie ad un passo leggermente allungato, rispetto ai modelli delle generazioni precedenti, i pesi del trattore sono ripartiti in maniera ottimale. Il sistema damping smorza le oscillazioni del sollevatore posteriore e conferisce massimo comfort nei trasferimenti con attrezzatura portata. La gamma è disponibile con cabina pressurizzata Air, ad eccezione del TGF equipaggiato con la super low profile Protector 100 – h 1740mm – , super tecnologica e confortevole, con un grande spazio vivibile per l’operatore nonostante una compattezza straordinaria funzionale al disimpegno del mezzo negli spazi angusti e tra la vegetazione. Nella versione pressurizzata con certificazione in Categoria 4, la cabina garantisce la massima protezione ed isolamento dell’operatore dalle inalazioni nocive di polveri, gas e vapori, una priorità per chi effettua trattamenti con fitosanitari.
La trasmissione, a 32 marce (16+16), opzionabile con i dispositivi E-drive, Overspeed, HI-LO, è dotata di inversore sincronizzato (di serie) inseribile durante la marcia e trazione integrale, con controllo di reinnesto elettronico. Di serie la funzione Cruise Control (Tempomat) con doppia memoria dei giri del motore, utile nei lavori a regime costante o per passare in dinamica a regimi di motori diversi e programmati come, ad esempio, nelle manovre di fine campo. Il joystick Multicontroller, pratico ed ergonomico, fornisce il controllo proporzionale delle prese idrauliche a doppio effetto; il controllo del sollevatore e del flottante; il controllo elettrico e l’attivazione della mandata continua.
La PTO è a due velocità 540/540E (più la sincronizzata indipendente) e, a richiesta, anche con il regime di rotazionale 540S e 1000, regimi diversificati per garantire l’ottimizzazione del lavoro con tutte le attrezzature. La sospensione UNIFLEX®, brevettata (opt.), a cilindri coassiali, permette all’attrezzatura portata di seguire ed adattarsi istantaneamente all’andamento del terreno, mantenendo una pressione costante al suolo a beneficio della velocità e precisione di lavoro. La riduzione della pressione specifica al suolo dell’attrezzo produce un migliore comfort operativo, un minore compattamento del terreno, una minor resistenza al tiro o alla spinta, e la riduzione dei consumi.

CONCEPT SERIE TONY

La Serie dei trattori AC a denominazione TONY, nasce come sviluppo di un progetto finalizzato ad assicurare il miglior rapporto possibile tra prestazioni e consumi, indipendentemente dall’attività svolta, con macchine “importanti” capaci di semplificare e velocizzare le attività in campo, al fine di abbassare i costi operativi. Si compone di 5 modelli a trasmissione ibrida meccanico-idrostatica tra cui TTR 10900 Tony (isodiametrico a carreggiata larga) e Tony 8900 V (primo trattore AC con telaio convenzionale), gli ultimi nati. La trasmissione Tony dispone di sistemi operativi per gestire in automatico molteplici attività in base al terreno, le attrezzature applicate e lo stile di guida dell’operatore. Offre funzioni automatiche gestite dal sistema operativo ITAC, come il Cruise Control (o Tempomat) e il Tractor Management Control (TMC), per facilitare le operazioni del conducente che può impostare diversi parametri per qualsiasi tipo di lavoro. La velocità è indipendente dal numero di giri del motore e quindi entrambi sono programmabili separatamente. Il range di velocità spazia da soli 100 m/h fino a 40 Km/h.

TONY 10900 TTR: PER LA FIENAGIONE

Il nuovo modello a carreggiata larga da 98 hp con trasmissione idrostatica Tony è stato concepito per gestire in sicurezza situazioni di lavoro potenzialmente critiche per un mezzo dotato di cambio tradizionale meccanico. Si rifà al “cugino” TTR 10900 della Serie R con cambio meccanico: isodiametrico, reversibile, con telaio integrale oscillante ACTIOTM e baricentro basso, una configurazione che assicura stabilità nel lavoro in pendenze accentuate, ideale per la fienagione alpina. La novità di questo trattore sta nella trasmissione ibrida meccanico-idrostatica Tony gestita elettronicamente dal software Tractor Management Control (TMC) System, composta da un’unità idrostatica che aziona un’unità meccanica a 4 gamme robotizzate, innestabili sotto carico, senza frizioni, selezionabili a mezzo fermo o in movimento. Il modello può essere dotato di terzo punto e tirante sinistro idraulico e sospensione UniflexTM (di serie) che consente di aumentare l’aderenza a terra delle ruote, riducendo il peso scaricato al suolo dell’attrezzatura, e aumentando la stabilità del trattore. E’ disponibile con cabina chiusa, ampia e comfortevole, dotata di climatizzatore automatico. L’accesso a bordo è agevole da entrambe le porte. L’ampia finestratura fornisce una visibilità a 360°. L’allestimento prevede anche 2 prese USB, presa a 3 poli e unipolare a 12 V, radio, fari di lavoro a led. Di serie anche il Joystick multifunzione. Altra novità è la presenza di un sedile passeggero, accanto a quello di guida, omologato per la circolazione stradale.

TONY 8900 V: CANDIDATO AL TRACTOR OF THE YEAR 2021

Candidato al prestigioso premio Tractor of the Year 2021, si distingue per le caratteristiche peculiari ed innovative. L’azienda AC, nota per essere leader mondiale dei compatti isodiametrici, propone in Italia per la prima volta, il suo primo trattore a telaio convenzionare al fine di accrescere, ulteriormente, l’offerta alla sua vasta platea di clienti, e destinare, ad ognuno di essi, il suo trattore “su misura”.
Tony 8900 V (motore Kubota 74.3 hp – turbo Common Rail – Stage V – 4 cilindri – 16 valvole) monta la trasmissione Tony concepita per facilitare il lavoro dell’operatore agricolo. Nato per i vigneti a filare stretto, offre versatilità, praticità e precisione. La trasmissione idrostatica coniuga prestazioni da top player con la semplicità di utilizzo. Le pompe a portata variabile load sensing ed i circuiti con sistema unloanding hanno le proprietà di ridurre l’assorbimento di energia quando l’impianto idraulico del trattore non è utilizzato. Le misure degli ingombri sono straordinariamente contenute, grazie alla trasmissione compatta che determina una larghezza minima pari a 98 cm. Il posto di guida è caratterizzato da elementi raffinati. E’ situato su una piattaforma spaziosa con sistemi isolanti ed insonorizzanti per un elevato grado di stabilità e comfort. L’assale anteriore consente un angolo di sterzo fino a 55°, determinando manovre strettissime.
La cabina (opt.) AIR “V” è a 4 montanti per una visuale su tutti i fronti. E’ pressurizzata in Cat. 4 ed omologata Rops. La climatizzazione automatica e i fanali per la circolazione stradale posteriore sono a led, integrati nel tettuccio: la loro posizione rialzata consente la massima visibilità anche nel caso di attrezzature portate. Gli specchietti retrovisori sono a regolazione elettronica. Il volante è regolabile in altezza ed inclinazione con ritorno assistito per agevolare la salita e la discesa dell’operatore.

PRESTAZIONI ED IDRAULICA AL TOP

Di seguito l’elenco delle caratteristiche peculiari e distintive del Tony 8900 V.

  • Capacità del serbatoio idraulico dedicato ai distributori di 35l
  • N. 9 distributori a doppio effetto elettronici indipendenti (4 posteriori e 5 laterali)
  • N. 2 scarichi ZP (Zero-Pressure): uno posteriore e uno ventrale
  • Portata idraulica fino a 137 l/min (con extra flow)
  • Pompa load sensing che si attiva solo in caso di utilizzo
  • Sollevatore posteriore “adattivo” che permette movimenti volontari su più assi cartesiani
  • Consolle multifunzione e joystick di serie, per la gestione dei distributori a doppio effetto e della

trasmissione, costruito con tecnologia CAN-bus

  • Schermi dei display touch-screen a colori per la gestione di tutte le funzioni del trattore e la  personalizzazione dei comandi del joystick

HOLOMAINTENANCE: ASSISTENZA TECNICA AC DA REMOTO

La kermesse EIMA sarà l’occasione, per la Antonio Carraro spa, di lanciare in fiera nuove iniziative digitali per il servizio post-vendita. Al fine di promuovere e sostenere la diagnostica e le riparazioni a distanza da parte delle officine autorizzate AC, i primi dispositivi ad essere presentati saranno gli occhiali interattivi HoloMaintenance, che combinano la realtà effettiva alla realtà virtuale.
La HoloMaintenance, nuovo servizio AC per l’assistenza 7 giorni su 7, si realizza collegando, tramite bluetooth, occhiali interattivi al tablet o allo smartphone. Il dispositivo si avvale di una piattaforma collegata ad occhiali “intelligenti” dotati di HoloLens (speciali lenti interattive) per attuare l’assistenza da remoto in tutte le officine autorizzate AC del mondo. Questa nuova strumentazione, oltre ad azzerare le distanze, riduce l’utilizzo dei mezzi di trasporto e quindi i consumi (e relative emissioni), facendo risparmiare ingenti risorse in termini di costi e di tempo. Altro vantaggio di grande importanza è la soddisfazione e il senso di compiacimento degli operatori che si interfacciano nelle operazioni di assistenza con le HoloLens, catapultati in una realtà, incredibile ma vera, con tutto, immediatamente, a portata di mano. Con le HoloLens, sotto la guida degli esperti del reparto Post-Vendita, concessionari e dealer AC, potranno effettuare interventi con la massima competenza ed in brevissimo tempo, in tutto il pianeta.

 

Condividi