xFarm Technologies chiude un round da €17 milioni per rendere l’agricoltura sostenibile

xFarm Technologies, la tech company che attraverso la sua piattaforma digitale supporta e semplifica il lavoro di 110mila aziende agricole estese su 1,5 milioni di ettari in oltre 100 paesi del mondo, è protagonista di un round di serie B da 17 milioni di euro tra i più rilevanti per dimensione a livello europeo nel settore agritech, dopo il primo da 3 milioni ricevuto nel 2019.

Il nuovo round è guidato da fondi di investimento internazionali del settore tech: Swisscom Ventures in qualità di Lead Investor, con la partecipazione di Neva SGR (Gruppo Intesa Sanpaolo), Emerald Technology Ventures, NovaCapital e Grey Silo Ventures. Reinveste in maniera significativa anche United Ventures, Lead investor del round A, che rinnova la fiducia grazie ai rilevanti traguardi raggiunti dalla tech company negli ultimi due anni.

Grazie al capitale raccolto xFarm Technologies intende sviluppare e migliorare la propria piattaforma con nuove funzionalità, sfruttando tecnologie come l’Intelligenza Artificiale, volte sia a garantire un maggior controllo della sostenibilità sia a supportare sempre meglio anche altre filiere, come quella della gestione degli allevamenti. Soluzioni tecnologiche che hanno l’obiettivo di andare incontro alle nuove esigenze imposte dai cambiamenti climatici: tramite i sistemi di supporto alle decisioni (DSS) è già possibile ottimizzare l’utilizzo di input agronomici, come acqua, fertilizzanti e prodotti fitosanitari. Con i nuovi fondi, la società mira a sviluppare soluzioni ancora più incisive su questo fronte.

Non solo: la tech company, con uffici già presenti in Svizzera, Italia e Spagna, punta all’internazionalizzazione ed è pronta ad esplorare nuovi mercati, consolidando la propria presenza in Europa e ampliando il proprio raggio d’azione, in futuro, anche in America. Espansione che mira ad estendere anche i progetti già attivi con più di 70 grandi imprese, tra cui aziende agroalimentari e altri importanti gruppi operanti nella produzione di macchinari agricoli.

Per prepararsi a raggiungere questi ambiziosi traguardi, e aiutare un numero sempre maggiore di aziende agricole e filiere nell’efficientare il loro lavoro con le giuste tecnologie, xFarm Technologies entro la fine dell’anno integrerà il suo team con 20 nuove risorse, per un totale di 80 dipendenti.

“La forza di xFarm Technologies è il suo spiccato carattere innovativo che consente di gestire la complessità dei bisogni degli agricoltori, dei produttori di macchinari e di tutti gli stakeholders della filiera attraverso il digitale. Oggi più che mai per le aziende agricole è fondamentale semplificare e rendere più efficienti i processi per poter far fronte alle sfide che sempre di più colpiscono il settore – commenta Matteo Vanotti, CEO di xFarm Technologies – Siamo orgogliosi dei risultati ottenuti con questo secondo round, e fieri di avere al nostro fianco Swisscom Ventures e tutti gli altri investitori, con cui condividiamo la nostra visione e approccio per innovare l’agricoltura. Un mercato in forte evoluzione, in cui xFarm Technologies vuole essere protagonista per migliorare, attraverso la digitalizzazione, la vita di migliaia di agricoltori, nell’ottica di una maggior efficienza e sostenibilità”.

“Le piattaforme digitali combinate con l’IoT stanno cambiando profondamente l’agricoltura. L’adozione di queste nuove tecnologie, infatti, sta ponendo le basi per produrre in modo più sostenibile e per affrontare le sfide del cambiamento climatico – afferma Alexander Schlaepfer, partner di Swisscom Ventures e nuovo membro del CdA di xFarm Technologies – Siamo rimasti colpiti dall’esperienza dei fondatori e dalla qualità dei clienti, per questo siamo entusiasti di collaborare con l’azienda. È impressionante la velocità con cui gli stakeholders del settore agroalimentare e quelli della produzione di macchinari agricoli hanno rapidamente integrato i servizi di xFarm Technologies nei loro business. Questo, dopo Ecorobotics, è il nostro secondo investimento nel settore dello smart farming e sottolinea il continuo impegno di Swisscom nel consentire la transizione digitale dell‘agricoltura verso una produzione sostenibile”.

“Abbiamo deciso di investire in xFarm Technologies, realtà con un’impronta internazionale che coniuga gli aspetti di digital transformation con la transizione del settore agroalimentare verso modelli più sostenibili e in linea con i principi ESG, elementi sempre più protagonisti dell’economia del futuro” – afferma Mario Costantini, CEO di Neva SGR.

xFarm Technologies

 xFarm Technologies è una tech company che punta alla digitalizzazione del settore agroalimentare, fornendo strumenti innovativi che possono affiancare gli imprenditori agricoli e gli stakeholder nella gestione delle loro aziende. xFarm Technologies oggi supporta il lavoro di 110.000 aziende agricole, appartenenti a più di 30 filiere e presenti su 1,5 milioni di ettari in oltre 100 paesi del mondo.

Swisscom Ventures

Swisscom Ventures è parte del gruppo Swisscom AG (SWX: SCMN), il principale fornitore di telecomunicazioni e ICT in Svizzera, e si occupa di investimento in capitale di rischio. Dal 2007 Swisscom Ventures ha investito in oltre 80 società tecnologiche in Svizzera, Europa, Stati Uniti e Israele. Gestisce fondi per un totale di oltre CHF 600M.

Neva SGR

 Neva SGR, parte del Gruppo Intesa Sanpaolo e partecipata al 100% da Intesa Sanpaolo Innovation Center, progetta e gestisce fondi di investimento per investitori professionali interessati a cogliere la diversificazione e le opportunità ad alto rendimento offerte dagli investimenti di Venture Capital. Neva SGR è la perfetta combinazione della forza, reputazione e stabilità del Gruppo Intesa Sanpaolo con le migliori best practice delle società di venture capital internazionale. Neva SGR si propone di contribuire alla crescita dell’economia italiana attraverso gli investimenti in nuove tecnologie e di essere il market maker dell’asset class del Venture Capital in Italia. Gestisce fondi per un totale di €250M con investimenti prevalentemente in Italia, Europa, Israele e Stati Uniti.

Condividi