La commissione per l’agricoltura e lo sviluppo rurale adotta una relazione fondamentale sulla visione a lungo termine per le zone rurali dell’Ue

Il Copa e la Cogeca accolgono con favore la relazione d’iniziativa sulla visione a lungo termine per le zone rurali dell’Ue – Verso zone rurali più forti, connesse, resilienti e prospere, guidata dalla relatrice, l’eurodeputata Isabel Carvalhais e adottata oggi dalla commissione per l’agricoltura e lo sviluppo rurale (COM AGRI ).

Dopo il lancio della comunicazione della Commissione europea su questo argomento lo scorso anno, la relazione votata oggi copre molti aspetti importanti per contribuire a realizzare zone rurali più forti, più resilienti e più inclusive in tutta l’UE. Il rapporto illustra accuratamente le numerose sfide che le aree rurali devono affrontare, sottolineando anche le opportunità in queste regioni.

Sebbene la relazione non si concentri esplicitamente sull’agricoltura, il Copa e la Cogeca accolgono con favore il capitolo dedicato al ruolo centrale svolto dall’agricoltura nelle zone rurali. È essenziale ribadire l’importanza delle zone rurali nel garantire la sicurezza alimentare, soprattutto in questi tempi di crisi, oltre a garantire l’efficienza energetica, la mitigazione dei cambiamenti climatici e l’innovazione, attraverso l’agricoltura e la silvicoltura. Particolarmente apprezzato è il riconoscimento del ruolo essenziale che le cooperative agricole e forestali svolgono nelle aree rurali, nella loro sostenibilità economica, ambientale e sociale e nell’economia locale.

Karl Bauer, presidente del Gruppo di lavoro sullo sviluppo rurale del Copa Cogeca, ha sottolineato: “Per raggiungere pienamente gli obiettivi fissati nella relazione in relazione alle aree rurali, è necessario disporre di politiche coerenti, coerenza tra ambizioni e mezzi, un forte sistema di incentivi ed evitare approcci “taglia unica” data la diversità di queste regioni. Anche le sinergie e il coordinamento tra gli strumenti di finanziamento dell’UE, richiesti anche dalla relazione, sono essenziali per ottenere i migliori risultati”.

Sebbene gli investimenti siano stati toccati, nella relazione avremmo gradito una maggiore attenzione all’importanza delle misure di investimento, che sono essenziali per aiutare gli agricoltori, i proprietari forestali e le cooperative a migliorare le loro prestazioni complessive e la sostenibilità delle loro aziende.

Il Copa e la Cogeca sostengono pienamente gli aspetti legati all’Osservatorio rurale, al Patto rurale e al Piano d’azione rurale, al meccanismo di verifica delle condizioni rurali, all’attenzione ai giovani e alle donne e alla digitalizzazione.

D’altra parte, mentre apprezziamo la posizione assunta nei confronti dei grandi carnivori nel riconoscere l’impatto che queste popolazioni di predatori hanno in alcune delle nostre aree più vulnerabili, deploriamo la mancanza di azioni intraprese sulle misure di gestione attiva relative ai grandi carnivori, sull’attacco costi di prevenzione e compensazione e sulle disposizioni in materia di benessere degli animali dovute ad attacchi feroci. La forza del testo non replica la forza che queste specie hanno sulle nostre aree rurali.

Condividi