Per la peste suina in Italia esperti della Ue

Il team della Commissione Europea di Euvet (Eu Veterinary Emergency Team) è  arrivato in Italia per supportare situazioni di emergenza veterinarie, nello specifico la peste suina africana. La missione di Euvet riguarda soprattutto la preparazione tecnico-scientifica, il coordinamento delle azioni e la sorveglianza. 
Gli esperti forniranno assistenza scientifica, tecnica, gestionale e pratica, indicazioni utili per perfezionare le misure di controllo ed eradicazione più adatte per fronteggiare la Peste suina che è stata scoperta nei cinghiali tra Piemonte e Liguria. La Peste suina africana ha fin’ora provocato la morte di 31 cinghiali e imposto rigide misure di sorveglianza e controlli in un’area di 114 Comuni, 78 in Piemonte, tutti in provincia di Alessandria, e 36 in Liguria, nelle province di Genova e Savona.
Per Euvet sono previste visite  in Piemonte e Liguria, incontri con il Ministero della salute, con le autorità sanitarie regionali e locali di Piemonte, Liguria Lombardia, Emilia-Romagna e Toscana; con l’Izsplv (Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Piemonte Liguria e Valle d’Aosta) che ha riscontrato i casi di positività finora accertati e che continua la sua opera di indagine diagnostica e analitica. Gli esperti di Euvet si recheranno anche all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia-Romagna (IZSLER), al Cerep (Centro di Referenza Nazionale per lo studio delle malattie da pestivirus e da asfivirus) di Perugia e al Covepi (Centro di Referenza Nazionale per l’Epidemiologia Veterinaria, la Programmazione, l’Informazione e l’Analisi del Rischio) di Teramo. . 

 

Condividi