Orzo da birra: K-Adriatica, avviate le semine per la futura malteria di Loreo

Volgono al termine le semine di orzo destinate ad aumentare la produzione di malto da birra in Italia. Nel Triveneto, in Friuli Venezia-Giulia, Emilia-Romagna e Marche, K-Adriatica ha avviato la prima fase del proprio progetto, ossia la semina di orzo da birra necessario alla nuova malteria che sarà attiva dal 2023. L’azienda specializzata in fertilizzanti e malto da birra ha infatti presentato a luglio il piano di lavoro per aprire tra due anni in Polesine la più grande malteria di Italia.

“Ci stiamo preparando all’entrata in funzione del nuovo impianto per malto da birra a Loreo, in provincia di Rovigo, mettendo le basi per moltiplicare il seme di orzo necessario all’apertura della malteria a giugno 2023 con il coinvolgimento dei produttori. Nei campi sperimentali sono state seminate diverse varietà di orzo specifiche per la produzione di malto da birra. L’estate prossima, inviteremo gli agricoltori a vedere con i loro occhi le nuove varietà che saranno poi seminate nell’autunno 2022 e raccolte a giugno 2023” evidenzia Giovanni Toffoli, amministratore delegato di K-Adriatica.

Il fabbisogno di malto per birra in Italia è di circa 208mila tonnellate, mentre l’attuale produzione si attesta sulle 83mila tonnellate, pari al 40%. Il piano produttivo di K-Adriatica prevede di sviluppare ulteriormente la produzione di malto da birra italiano per arrivare al 60% del mercato nazionale e ridurre le importazioni che sono oggi a circa 125mila tonnellate.

“Il nostro obiettivo – conclude Toffoli – è incrementare il mercato della birra 100% Made in Italy. Per produrre maggiori quantità di semi di orzo per birra, stiamo coinvolgendo le imprese agricole e gli attori della filiera dei cereali autunno vernini delle regioni coinvolte. Vogliamo che l’impianto di Loreo rappresenti un polo di sviluppo per il Polesine e che il Veneto diventi regione di riferimento per il polo della birra del Nord est”.

La prima fase del progetto prevede di aumentare le produzioni di semi per arrivare nel 2023 a coprire il 60% del fabbisogno italiano che oggi è al 40%

 

K-Adriatica Spa

K-Adriatica Spa è attiva da oltre 50 anni nei settori della produzione di fertilizzanti e del malto da birra. Gli stabilimenti principali sono a Loreo, Melfi e Vukovar (Croazia). Ha sei filiali commerciali in Croazia, Grecia, Marocco, Cile, Sud Africa e Cina, distributori in oltre 70 paesi e 222 dipendenti. Il fatturato consolidato nell’anno fiscale 2020 è di € 111.093.053 euro.

 

 

Condividi