Bayer lancia il suo programma di decarbonizzazione per l’agricoltura in Europa

In linea con gli obiettivi politici del Green Deal dell’UE, l’obiettivo principale del programma è combattere il cambiamento climatico stabilendo pratiche di coltivazione del carbonio a livello degli agricoltori con benefici per l’intera catena del valore agricolo / Il programma prende il via con oltre 25 agricoltori in sette paesi in l’UE e oltre: Francia, Spagna, Belgio, Danimarca, Germania, Regno Unito e Ucraina

Bayer ha annunciato il lancio europeo della sua Carbon Initiative globale. L’obiettivo principale è la decarbonizzazione della catena del valore alimentare concentrandosi sulle attività degli agricoltori per un sistema alimentare più resiliente e sostenibile. Riunisce gli agricoltori e gli attori della catena del valore alimentare per esplorare future strutture di ricompensa per gli agricoltori che implementano nuove pratiche di riduzione del carbonio e contribuiscono così agli obiettivi del Green Deal della Commissione europea. Il nuovo Programma europeo per il carbonio riconosce il ruolo fondamentale che i coltivatori e la loro terra possono svolgere nel contribuire a creare impatti ambientali positivi e duraturi ed è parte integrante degli impegni di sostenibilità di Bayer specificamente volti a ridurre del 30% le emissioni di gas serra (GHG) nel 2030.

“Il nostro Carbon Program contribuisce attivamente allo sviluppo delle attività di agricoltura del carbonio in Europa lavorando direttamente con gli agricoltori nel loro ruolo di produttori primari e coinvolgendo le aziende lungo tutta la catena del valore alimentare. Questa collaborazione a livello della catena del valore alimentare aiuterà a decarbonizzare il sistema alimentare europeo in un modo che funzioni per gli agricoltori, l’ambiente e i consumatori”, ha affermato Lionnel Alexandre, Carbon Business Venture Lead per Europa, Medio Oriente e Africa presso Bayer Crop Science. “L’idea principale è premiare i coltivatori per l’adozione di pratiche agricole rispettose del clima come l’utilizzo di colture di copertura, riduzione della lavorazione, rotazioni delle colture e applicazione di azoto di precisione. Queste attività sequestrano il carbonio nel suolo migliorando la salute del suolo, la resilienza e la produttività, oltre a limitare le emissioni”.

Per supportare queste operazioni, Bayer svilupperà uno strumento digitale che consentirà agli agricoltori di richiedere ricompense sulla base di dati accurati e verificati. Sarà conforme agli attuali standard sulla privacy dei dati e sarà affidabile e semplice da utilizzare per ogni agricoltore. Questa soluzione digitale di monitoraggio, reporting e verifica (MRV) si basa sulla piattaforma di agricoltura digitale leader del settore di Bayer Climate FieldViewTM.

I 27 agricoltori partecipanti provenienti da sette paesi contribuiscono collettivamente a circa 500 ettari di terreno dalle loro aziende agricole con sede in Francia, Spagna, Belgio, Danimarca, Germania, Ucraina e Regno Unito. Al centro del Programma europeo per il carbonio è la pratica della co-creazione: agricoltori, esperti Bayer e attori della catena del valore alimentare lavorano insieme in un laboratorio di agricoltura del carbonio dove possono testare insieme attività e generare apprendimenti. Sono in corso discussioni con diversi trasformatori di alimenti e rivenditori e si prevede che aderiranno al Carbon Program entro la fine dell’anno.

Dopo aver stabilito l’attuale contenuto di carbonio nelle terre degli agricoltori partecipanti come base per il progetto, gli agricoltori attueranno pratiche agricole intelligenti per il clima come l’utilizzo di colture di copertura e la riduzione della lavorazione del terreno. Questa implementazione di nuove pratiche sarà continuamente monitorata e migliorata. Gli apprendimenti e le ulteriori intuizioni acquisite dai partner del progetto partecipanti provenienti da tutta la catena del valore alimentare serviranno alla progettazione e all’implementazione di uno strumento MRV digitale accurato e affidabile. Il programma dovrebbe fornire questa nuova soluzione digitale nei prossimi tre anni, mentre la sua implementazione all’interno di Climate FieldViewTM è prevista per il terzo anno.

“Una struttura del suolo intatta e una gestione del suolo della materia organica sono decisive per garantire il mio reddito”, ha affermato Stefanie Peters, Agro-Farm GmbH Nauen e parte della rete Bayer ForwardFarm. “Secondo me, l’agricoltura del carbonio, il sequestro del carbonio nel suolo, può dare un grande contributo a questo. Non vedo l’ora di lavorare con una varietà di partner all’interno del programma sul carbonio di Bayer”.

Il lancio europeo fa parte della Global Carbon Initiative dell’azienda, lanciata negli Stati Uniti e in Brasile nel luglio 2020. In questi paesi, Bayer è la prima azienda agricola a offrire tutte le tecnologie necessarie in termini di semi e caratteristiche, protezione delle colture e digitale soluzioni, MRV conveniente e certificazione secondo standard riconosciuti a livello internazionale.

Alexandre Teillet, Head of New Business Models presso Bayer Crop Science per Europa, Medio Oriente e Africa, ha riassunto: “La nostra visione è che in futuro i rivenditori di generi alimentari o le aziende di trasformazione alimentare potranno lavorare con fiducia su progetti efficaci di riduzione delle emissioni di carbonio. coinvolgendo le aziende agricole partner dalle loro specifiche filiere. Allo stesso tempo, gli agricoltori, in quanto produttori primari di una catena del valore alimentare stabile e più lunga, devono

Condividi