Raggiunto target su agrisolare. Lollobrigida: “Ora ripensare vincolo autoconsumo”

È stato emanato il decreto direttoriale con l’elenco dei destinatari ammessi a finanziamento per la misura Pnrr “Parco Agrisolare”. Il Masaf consegue così il primo target europeo in scadenza a fine anno 2022. Il Decreto assegna risorse per un valore di 451 milioni di euro circa, pari al 30% della dotazione finanziaria totale della misura, che ammonta a 1 miliardo e mezzo di euro.

“Per il Masaf e per il Governo Meloni questa è senz’altro una buona notizia – afferma il ministro Francesco Lollobrigida -, al tempo stesso però ci sono degli aspetti su cui occorre un cambio di prospettiva. In seguito al conflitto russo-ucraino, infatti, sono emerse carenze energetiche che ci devono indurre a ripensare il vincolo di autoconsumo. Ciò dipende dal fatto che nella fase in cui il Pnrr venne progettato le condizioni erano radicalmente diverse da quelle attuali. Oggi l’esigenza è concentrarsi sulla massima produzione possibile da immettere nella rete.

Per questo motivo, il Masaf ha proposto un meccanismo per consentire alle imprese agricole o agroalimentari dotate di impianti fotovoltaici di conservare “virtualmente” l’energia prodotta in eccesso riutilizzandola nei periodi di maggiore richiesta energetica delle proprie attività”, conclude il ministro.

Il testo del decreto è disponibile sul sito web del Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste.

Condividi