La “Fattoria Sociale Paideia” nasce nel cuore della collina di Torino

Uno spazio dove le famiglie possono ritrovarsi per apprendere, sperimentare e condividere insieme un’esperienza a stretto contatto con la natura. Il luogo ideale per offrire occasioni di incontro a grandi e piccoli, con particolare attenzione alle famiglie con bambini con disabilità e per insegnare loro a diventare protagonisti nella cura delle piante e degli animali. E’ la Fattoria Sociale Paideia, a Baldissero Torinese, nel cuore della collina, a meno di 30 minuti dal centro della città.
Diverse sono le attività che verranno proposte alle famiglie negli spazi della Fattoria Sociale Paideia e che rispondono a uno degli obiettivi del progetto, quello didattico: adulti e bambini potranno imparare insieme divertendosi grazie a laboratori, eventi e giornate a tema per fare esperienze in natura. Per esempio i più piccoli potranno sperimentare l’orto accessibile e conoscere la funzione e il ciclo delle stagioni, così da spegnere per qualche ora le luci e i rumori della città e riempire gli occhi di colore, le orecchie di silenzio, le mani di piante e frutti. Inoltre potranno prendersi cura degli animali che popolano la Fattoria, asini, capre, pecore, galline e anatre, e scoprire tutti i segreti della vita delle api.
“Il progetto, promosso dalla Fondazione Paideia, – spiega Fabrizio Serra, Direttore della Fondazione Paideia – è nato dalla nostra esperienza quotidiana: ci siamo resi conto di quanto sia bello e importante offrire alle famiglie con bambini con disabilità, che incontriamo ogni giorno, uno spazio di relax in natura in cui trascorrere un weekend lontano dalla città e vivere occasioni di divertimento con altre famiglie. La Fattoria vuole essere un luogo in cui vivere insieme occasioni di benessere per tutti, con attività rivolte a tutti in spazi accessibili e inclusivi, in continuità con il lavoro svolto in questi anni dalla Fondazione”.
La Fattoria, oltre ai ricavi che derivano dai servizi di ospitalità e dalle attività didattiche, può contare soprattutto sull’attività di produzione agricola grazie ai circa 4 ettari di terreno: dalle 180 arnie si produce il miele biologico, nelle varietà di acacia, tiglio, tarassaco, castagno, melata e millefiori (premiato con la Goccia d’oro al concorso Grandi Mieli d’Italia 2018), oltre alla produzione di zafferano e confetture di frutta.
I piccoli visitatori potranno anche ammirare dal vivo un vero trattore svolgere il proprio lavoro quotidiano all’interno della Fattoria. Questo grazie a CNH Industrial che, con il suo Brand New Holland e insieme al concessionario Gruppo Racca di Marene, ha fornito in comodato d’uso gratuito un trattore (modello TD4.80F) ideale per le attività frutticole e di orticoltura e dalle elevante prestazioni, in un ingombro compatto.
“Con questa partnership  – ha affermato Daniela Ropolo, Responsabile delle Iniziative Sostenibili di CNH Industrial – si incontrano i valori di CNH Industrial e di Fondazione Paideia nella promozione di progetti efficaci ed innovativi. L’ obiettivo principale è quello di dare supporto in maniera pratica, con un trattore appunto, sia alle attività quotidiane che a quelle didattiche all’interno della Fattoria, per offrire ai piccoli visitatori e alle loro famiglie un ventaglio sempre più ampio di laboratori ed esperienze correlate”,
La Fondazione Paideia opera ogni giorno per offrire sostegno a bambini e famiglie che si trovano in condizioni di difficoltà. Nata nel 1993 per volontà delle famiglie torinesi Giubergia e Argentero, sostenuta dal gruppo Ersel e da numerosi altri donatori, Paideia si impegna per sperimentare modelli di intervento sociale efficaci e innovativi, per creare contesti che favoriscano la crescita serena dei più piccoli e lo sviluppo delle loro potenzialità, per partecipare alla costruzione di una società più inclusiva e responsabile. Perché nessuna famiglia possa sentirsi sola e nessun bambino escluso.

 

 

 

 

 

 

 

Condividi