John Deere presenta AutoPath: una guida tra i filari più accurata lungo l’intera stagione

Con AutoPath John Deere introduce una soluzione per l’agricoltura di precisione in grado di ottimizzare l’efficienza delleoperazioni in campo durante la coltivazione e il raccolto.

La nuova funzionalità di documentazione stabilisce la posizione dei filari per tutte le successive operazioni sul campo, indipendentemente dalla larghezza dell’attrezzatura

– Le linee di guida vengono create automaticamente da una mappa dei filari per ogni campo

– AutoPath è incluso nel Generation 4 Automation Bundle ed è disponibile per il display integrato 4600 CommandCenter™ e il display universale 4640

Per aiutare gli agricoltori a documentare e seguire con maggiore precisione ogni filare di colture in campo lungo l’arco della stagione John Deere introduce AutoPath. Questa nuova applicazione per l’agricoltura di precisione utilizza i dati raccolti dal primo passaggio in campo, sia esso per la lavorazione del terreno (come lo strip-till) o per la semina, per definire percorsi di guida tra i filari per tutti i successivi passaggi, indipendentemente dal tipo di macchina e dalla larghezza dell’attrezzatura.  

Secondo John Mishler, Precision AG Marketing Manager di John Deere, la tradizionale configurazione delle linee diguida può risultare difficile per alcuni agricoltori nel corso della stagione. “Quando si utilizza AutoPath, le linee di guida vengono create automaticamente da una mappa di filari per ogni campo. Queste mappe vengono utilizzate per creare automaticamente linee di guida per l’intero campo e per tutti i successivi passaggi in campo, come ad esempio l’irrorazione, la sarchiatura e la raccolta a fine ciclo” sottolinea Mishler. “Utilizzando questa soluzione gli operatori sanno da quale filare partire e possono seguire con precisione le linee di guida generate automaticamente dal sistema, indipendentemente dall’applicazione e dalla larghezza della macchina. Questo aumenta la sicurezza dell’operatore di trovarsi sul giusto filare e l’efficienza delle operazioni in campo durante la coltivazione e il raccolto”.

Durante il primo passaggio sul campo la seminatrice o l’attrezzatura strip-till e il trattore sono equipaggiati con i ricevitori StarFire™ per registrare con precisione la posizione di ogni fila con AutoPath. I successivi passaggi in campo si basano sulla posizione effettiva documentata del filare piuttosto che su una linea A – B statica che può o meno corrispondere effettivamente al filare seminato a causa dello spostamento dell’attrezzatura dovuta a eventuali pendenze o curve. Ciò riduce i tempi di configurazione del filare di guida e la gestione dei filari durante tutte le successive operazioni in campo, elimina la necessità di contare i filari, ottimizza tutte le operazioni in campo e aiuta a ridurre i danni alle colture.

“Gli operatori possono utilizzare attrezzi e piattaforme di diverse dimensioni o larghezze per le successive operazioni in campo poiché AutoPath regola automaticamente le linee di guida dei filari in base alle dimensioni di ciascuna macchina”, aggiunge Mishler. “Questa soluzione aiuta gli operatori a trovare automaticamente il filare giusto, massimizzare ogni passaggio in campo per contribuire a ridurre le sovrapposizioni e i danni alle colture risparmiando tempo, carburante e oredi lavoro delle attrezzature”.

AutoPath è incluso nel pacchetto attivazioni del display John Deere Generation 4 ed è disponibile per il display integrato 4600 CommandCenter™ e il display universale 4640. È utilizzabile su trattori, irroratrici e mietitrebbie e può essere integrato in sistemi di guida per seminatrici, spandiconcime e altre attrezzature. AutoPath è già disponibile.

Per ulteriori informazioni sul sistema AutoPath e altre tecnologie per l’agricoltura di precisione contattare il Concessionario John Deere di zona o visitare il sito www.deere.it

Condividi