Banco BPM mette a disposizione un plafond da 20 milioni di euro per gli allevatori avicoli nel quadro dell’epidemia di influenza aviaria

Banco BPM stanzia un plafond dedicato da 20 milioni di Euro per finanziamenti a breve e medio termine a favore degli allevatori avicoli per fronteggiare i danni dell’epidemia di influenza aviaria che da oltre due mesi sta colpendo gli allevamenti in Italia e in molti altri paesi europei causando danni economici ingenti a tutto il settore avicolo. In Italia l’epidemia di aviaria ha interessato con particolare violenza gli allevamenti in Veneto e Lombardia.

Grazie allo stanziamento di questo plafond da 20 milioni di euro, Banco BPM si mette a disposizione degli allevatori per sostenerli, con le migliori condizioni finanziarie e tecniche possibili, in questa fase molto difficile della loro attività.

In aggiunta ai finanziamenti, Banco BPM è disponibile a valutare sia l’allungamento del debito dell’impresa, nel quadro delle norme previste dalle misure temporanee emanate nell’ambito dell’emergenza COVID-19, sia la sospensione o proroga, fino a 12 mesi e per la quota capitale, delle scadenze dei finanziamenti in essere a breve, medio e lungo termine.

Gli esperti prevedono che l’epidemia rimarrà molto intensa anche nei prossimi mesi mettendo ulteriormente sotto pressione il settore avicolo in Italia e in Europa, in particolare gli allevamenti e le aziende di lavorazione delle carni, rendendo indispensabili interventi di sostegno per tutto il settore.

In questo orizzonte critico, Banco BPM, anche grazie al dialogo costante con il mondo associativo, ha intrapreso le azioni necessarie al sostegno del comparto avicolo.

«Le difficoltà sostenute dagli allevatori avicoli in questa fase richiedono interventi concreti e tempestivi – spiega Massimo Pasquali, responsabile Coordinamento Aziende di Banco BPM – L’obiettivo del plafond che abbiamo stanziato è infatti quello di fornire la necessaria concretezza economica al contrasto all’epidemia di aviaria e rimanere a fianco degli imprenditori rendendo disponibili, attraverso le forme di finanziamento più opportune, le risorse per affrontare e superare le criticità del momento». «Questo è il nostro modo di restare fedeli alla tradizione di Banco BPM che ci vede da sempre impegnati in prima linea nel comparto agroalimentare e nelle economie dei territori in cui siamo presenti».

 

Condividi