Asso.Na.Pa. torna alla 53^ edizione di Agriumbria con il 1° Concorso Nazionale “Arieti di razza Sarda Iscritti al Libro Genealogico”.

Agriumbria, la più grande manifestazione agricola del Centro Sud Italia e la più ampia rassegna zootecnica d’Italia, torna nella sua veste originale dall’1 al 3 aprile 2022, presso il Polo fieristico di Umbriafiere di Bastia Umbra (PG). Come nell’edizione straordinaria di AnteprimAgriumbria di settembre 2021, anche quest’anno l’Associazione Nazionale della Pastorizia (Asso.Na.Pa.) sarà presente in fiera con i suoi allevatori di capi ovini e caprini ed eventi.

L’Associazione Nazionale della Pastorizia, con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, organizza nei giorni 2 e 3 aprile il 1° Concorso Nazionale “Arieti di razza Sarda Iscritti al Libro Genealogico” con l’assistenza dell’Ufficio Centrale del LL.GG. e degli uffici delle Associazioni Regionali Allevatori. Le categorie in gara saranno due: arieti 12-24 mesi ed arieti oltre i 24 mesi. Il concorso vedrà la partecipazione di 9 allevamenti provenienti dalle regioni Sardegna, Basilicata, Lazio e Toscana. 60 è il numero di animali in gara, di cui 41 appartenenti alla categoria 12-24 mesi e 19 della categoria oltre 24 mesi. Inoltre, verrà assegnato un premio al “Miglior allevamento per gruppo di arieti presentato”.

Altre sono le iniziative organizzate da Asso.Na.Pa. dall’1 al 3 aprile:

  • La vetrina delle razze ovi-caprine provenienti dagli allevamenti delle regioni Umbria e Toscana. Le razze ovine esposte saranno la Sarda, la Comisana, la Massese, la Merinizzata Italiana, l’Appenninica, la Bergamasca, la Biellese, la Sopravissana, la Suffolk e la Lacaune, mentre le razze caprine saranno la Camosciata delle Alpi, la Saanen, la Valdostana e la Girgentana. Presente anche un’esposizione di alcuni soggetti maschi di razza Comisana e Massese del Centro Genetico di Ovinicoltura (Asciano, SI), Centro in cui Asso.Na.Pa. gestisce i nuclei di selezione di queste razze.
  • Il 2 aprile si terrà il convegno dedicato all’Inseminazione Artificiale Caprina, dal titolo 1^ Giornata Tecnica CGC “Il Contratto Genetico Caprino (CGC): comprendere e pilotare la genetica delle capre per migliorare le prestazioni e la sostenibilità del gregge” presso la Sala Palazzina Uffici, 1° Piano del Polo Fieristico. Interventi dei relatori Silverio Grande, Direttore Asso.Na.Pa., Alessio Negro, Ufficio Studi Asso.Na.Pa., Guido Bruni, Coordinatore CGC, A.R.A. Lombardia e Asso.Na.Pa. e Emanuele La Barbera, allevatore aderente al CGC.

 

Per gli allevatori di ovini e caprini Agriumbria, oltre ad essere un’occasione di ritrovo a seguito dei problemi legati alla pandemia da Covid-19, rappresenta anche l’opportunità di confrontarsi e dare visibilità ai risultati di rilievo ottenuti con i loro animali.

Condividi