Asso.Na.Pa.: Agriumbria 2022 ed il successo del 1° Concorso Nazionale “Arieti di razza Sarda Iscritti al Libro Genealogico”

 

Si è conclusa la 53^ edizione di Agriumbria e l’Associazione Nazionale della Pastorizia (Asso.Na.Pa.) ancora una volta era presente con i suoi allevatori, animali ed eventi.

Grande soddisfazione per l’Associazione con il 1° Concorso Nazionale “Arieti di razza Sarda Iscritti al Libro Genealogico”, dei giorni 2 e 3 aprile, organizzato da Asso.Na.Pa. con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e con l’assistenza dell’Ufficio Centrale del LL.GG. e degli uffici delle Associazioni Regionali Allevatori. Al concorso hanno partecipato 9 allevamenti provenienti dalle regioni Sardegna, Toscana, Lazio e Basilicata. Le categorie in gara sono state due: arieti 12-24 mesi ed arieti oltre i 24 mesi. Inoltre, è stato assegnato il premio “Miglior allevamento”.

Di seguito, le classifiche del 1° Concorso Nazionale “Arieti di razza Sarda Iscritti al Libro Genealogico”:

Il primo posto sul podio della categoria Arieti 12-24 mesi è stato conquistato dall’ariete presentato dall’Az. Agricola Frongia Antonello, seguito in seconda posizione dall’ariete presentato dall’Az.Agricola Baroni Narciso, infine si è classificato al terzo posto l’ariete della Società Agricola Laiano di Sirigu Maurizio & Soc. Semplice.

Nella categoria Arieti oltre 24 mesi a vincere il primo posto è stato l’ariete dell’Az. Agricola Scintu Mauro Daniel Giuseppe, secondo l’ariete dei F.lli Sanciu Stefano e Piermario S.S. mentre il terzo posto è stato assegnato all’ariete dell’Az. Agricola Frongia Antonello. Quest’ultimo allevamento si è aggiudicato anche il premio per il “Miglior allevamento”.

I giudici di gara per entrambe le categorie sono stati Carlo Lampis e Andrea Casula.

Oltre al concorso riservato agli arieti di razza Sarda, presso lo stand di Asso.Na.Pa, era presente anche un’esposizione di soggetti di numerose altre razze ovicaprine tra cui gli arieti di  razza Comisana eMassese appartenenti al Centro Genetico di Ovinicoltura (Asciano, SI), centro in cui Asso.Na.Pa. gestisce i nuclei di selezione di queste due razze.

Il giorno 2 aprile si è tenuto il convegno dedicato all’Inseminazione Artificiale Caprina, dal titolo 1^ Giornata Tecnica CGC “Il Contratto Genetico Caprino (CGC): comprendere e pilotare la genetica delle capre per migliorare le prestazioni e la sostenibilità del gregge” presso la Sala Palazzina Uffici, 1° Piano del Polo Fieristico. I relatori presenti erano: Silverio Grande, Direttore Asso.Na.Pa., Alessio Negro, Ufficio Studi Asso.Na.Pa., Guido Bruni, Coordinatore CGC, A.R.A. Lombardia e Asso.Na.Pa. ed in collegamento l’allevatore aderente al CGC Paolo Pompilio (Azienda Capre & Cavoli).

Ricordiamo, gli allevamenti che hanno esposto gli animali nello spazio dedicato ad Asso.Na.Pa.:

  • Agricola Baroni Narciso, di Tuscania (VT);
  • Società agricola Laiano di Sirigu Maurizio & Soc. semplice, di Barberino di Mugello (FI);
  • Agricola Sabino Francesco, di Venosa (PZ);
  • Agricola Pitzalis Renato, di Nuragus (SU);
  • Società Agricola F.lli Manca, di Nulvi (SS);
  • Sanna Alessandro e C. S.S., di Osilo (SS);
  • lli Sanciu Stefano e Piermario S.S.,di Berchidda (OT);
  • Agricola Scintu Muro Daniel Giuseppe, di San Nicolò d’Arcidano (OR);
  • Agricola Frongia Antonello, di Samugheo (OR);
  • Agricola Romagnoli Guido, di Manciano (GR);
  • Agricola Eredi di Lauteri Antonio, di Fiumicino (RM).

Il Presidente Battista Cualbu, che non ha potuto assistere alla fiera fisicamente, ha trasmesso comunque la sua vicinanza ad Asso.Na.Pa. ed il suo parere seguendo da remoto: “Sono soddisfatto e felice del nostro lavoro e di aver avuto un riscontro positivo da parte degli allevatori che hanno avuto modo, grazie al Concorso di confrontarsi e dare visibilità ai risultati soddisfacenti ottenuti con i loro animali. Da oggi il nostro impegno sarà ancora quello di valorizzare e promuovere il settore ovi-caprino”.

Il Direttore Silverio Grande ha espresso tutta la sua soddisfazione: “Sono orgoglioso del risultato ottenuto da quest’ultima edizione di Agriumbria, un risultato frutto di un grande lavoro di squadra e dell’impegno dei nostri allevatori, fieri di esporre i propri animali. Per la prima volta, con il 1° Concorso Nazionale “Arieti di Razza Sarda Iscritti al Libro Genealogico” abbiamo dato un’espressione nuova al settore della pastorizia proprio ad Agriumbria, manifestazione divenuta ormai il centro del mondo agricolo nazionale, e sarà il primo di una lunga serie”.

 

 

Condividi