Alla scoperta del Prosciutto di Carpegna DOP

Il Prosciutto di Carpegna DOP è un prodotto di salumeria, crudo e stagionato, che nasce nel borgo di Carpegna, un luogo ricco di storia e tradizione, dal quale prende nome. Il comune di Carpegna, situato all’interno del Parco Naturale del Sasso Simone e Simoncello, a 748 mt di altitudine dal mare, è infatti il territorio identificato per la lavorazione e la produzione del Prosciutto. Il clima di questa zona è una determinante incisiva nella fase della stagionatura: la caratteristica umidità e aria salmastra donano l’inconfondibile aroma, tipico del Prosciutto di Carpegna DOP.

Le materie prime utilizzate sono nate e allevate solo in tre regioni italiane: Marche, Lombardia ed Emilia-Romagna. Questo permette di controllare a pieno la filiera e di seguire rigorosi standard.

Il Carpegna DOP viene prodotto seguendo le antiche tradizioni locali, che impongono delle linee guida molto severe, garantendo un Prosciutto con la P maiuscola. I Maestri Salumai che custodiscono i segreti del Carpegna, nel corso degli anni hanno migliorato e innovato i tradizionali metodi di lavorazione, al fine di ottenere un Prosciutto di alta qualità.

Il prodotto attraversa diverse fasi di lavorazione: in primis le cosce vengono refrigerate, rifilate osservando il tradizionale “taglio corto classico”, e a seguito massaggiate da mani esperte. Il successivo passaggio fondamentale per questo Prosciutto è la salagione, ripetuta due volte, impiegando sale marino di alta qualità, macinato a secco. La prossima fase è la pre-stagionatura in condizioni ambientali controllate, caratterizzata dalla tradizionale legatura mediante corda passata “a strozzo” nella parte superiore del gambo.

I prosciutti sono ora pronti per cominciare l’importante fase di stagionatura, che deve durare minimo 14 mesi. Le principali stagionature sono 16 e 18 mesi, fino alla stagionatura premium di 20 mesi.

La capacità massima dello stabilimento è pari a 150.000 pezzi l’anno.

L’export del Carpegna DOP è estremamente potenziale. Nell’estate del 2018 ha debuttato negli USA e sta conquistando i migliori gourmet e ristoranti oltre oceano. Ad oggi il mercato estero rappresenta il 7%, in crescita di 2 punti verso il 2017-18.
Intanto è pronta a partire. la campagna di comunicazione ed informazione sul Prosciutto di Carpegna DOP con un obiettivo di fondo: trasformare questo incredibile prodotto nel Prosciutto simbolo della Riviera Romagnola (Romagna e Marche), rendendolo noto in tutta Italia tra ristoratori, operatori del settore del commercio e della gastronomia e consumatori. Nello specifico, la campagna, promossa dall’associazione FOOD Brand Marche con il sostegno della regione Marche, sensibilizzerà gli italiani sulle tradizioni, la storia e le caratteristiche del Prosciutto di Carpegna DOP, offrendolo come un ingrediente imprescindibile e di alta qualità, da utilizzare nelle cucine casalinghe e nei ristoranti più gourmet.

L’informazione, quindi, sarà al cuore del progetto ad ampio respiro e verrà veicolata tramite diversi e numerosi canali. Verrà creato un sito internet ad hoc che risponderà ad ogni possibile domanda e curiosità, raccontando la storicità e la lavorazione particolare che portano ad un Prosciutto così unico e raro. Inoltre, verranno sponsorizzati specifici eventi sul territorio e verrà data una possibilità di dialogo e confronto anche grazie alla pagina Instagram dedicata. Ma anche il palato avrà la sua parte! Quale miglior modo di conoscere il Prosciutto di Carpegna DOP, se non provando direttamente il suo sapore unico? Sono previsti, infatti, circa 150 week end di degustazione più di 80 punti di vendita della Grande Distribuzione in tutta Italia.

Il progetto comprende anche delle attività rivolte ai ristoratori, che potranno andare alla scoperta di questo speciale Prosciutto tramite una visita al sito Produttivo, per far conoscere e toccare con mano il mondo Carpegna agli Chef.

Inoltre, è in programma la partecipazione del Consorzio Prosciutto di Carpegna DOP a Meet in Cucina Marche, un appuntamento gastronomico della regione esclusivamente indirizzato agli operatori specializzati, ristoratori e chef della zona e giornalisti di settore: una straordinaria occasione per promuovere e presentare il prodotto.

Tutte le iniziative saranno accompagnate da materiale informativo originale e da un piano media articolato sulle testatespecialistiche e generaliste, attività di comunicazione su social network e relazioni con la stampa.

 

 

Condividi